Demolito sperone di roccia instabile

Uno sperone di roccia instabile di 1.500 metri cubi a Potechiaradovo di Genga (Ancona) è stato demolito dopo un monitoraggio in ricognizione con droni. L'operazione portata a termine dai vigili del fuoco era stata preceduta da verifiche con il monitoraggio della parete di roccia e dell'area limitrofa del personale Sapr (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) dei pompieri necessarie alla pianificazione e alla sicurezza dell'intervento. Durante l'intervento sono stati evacuati i residenti poi rientrati. Alle operazioni, coordinate dalla Prefettura di Ancona nell'ambito del Coc, hanno partecipato Regione, Comune di Genga, Gruppo Ferrovie dello Stato, Enel, forze dell'ordine, di Protezione Civile e il Soccorso alpino. Per la demolizione sono state usate delle cariche esplosive di una ditta specializzata. Sono seguite verifiche da terra e con droni per monitorare lo stato di luoghi e infrastrutture. La linea ferroviaria sottostante della tratta Ancona - Roma è stata chiusa durante l'intervento.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Corriere Adriatico
  2. Il Resto del Carlino
  3. Il Resto del Carlino
  4. Alta Rimini
  5. CronacheMaceratesi

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Isola del Piano

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...